Nano e micro influencer: Similitudini e differenze principali

Foto del profilo di Karen Lin, autrice

Karen Lin

Instagram 101 | 16 maggio 2024

Vuoi più seguaci di Real Instagram ?

Un tempo, solo le più grandi celebrità ottenevano contratti con i marchi e recitavano in spot televisivi e pubblicità su carta stampata. Ma nell'era digitale di oggi, le dimensioni non sono sempre migliori per promuovere i marchi. Al contrario, molte aziende oggi prendono in prestito l'influenza non di grandi celebrità ma di creatori più piccoli, come i nano e micro-influencer. Ma quale di questi è più adatto alle vostre campagne? In questa guida spieghiamo la differenza tra nano e micro-influencer.

Chi ha una conoscenza di base degli influencer di Instagram potrebbe pensare che i nano-influencer e i micro-influencer siano la stessa cosa. Tuttavia, anche se questi due tipi di influencer sono di dimensioni più ridotte rispetto ai personaggi di internet con lo status di celebrità, sono comunque diversi. Continuate a leggere questa guida per vedere le loro principali somiglianze e differenze.

Un influencer maschio che gira un video con la sua videocamera e il suo treppiede.

I 4 diversi tipi di influencer, a seconda delle dimensioni del loro pubblico

Tutti sanno che su Internet esistono influencer grandi e piccoli. I grandi influencer hanno milioni di follower e sono considerati delle celebrità online e offline. Gli influencer più piccoli non sono altrettanto famosi, ma hanno un seguito considerevole, fino a migliaia di persone.

Tuttavia, i tipi di influencer non si limitano a grandi o piccoli. I creatori di contenuti vengono classificati non solo in base alle dimensioni della loro fanbase, ma anche in base a ciò che portano in tavola per le campagne. Ecco le quattro principali categorie di influencer e come definirle:

  1. Mega-influencer: Questi creatori hanno tipicamente lo status di celebrità e hanno più di 500k follower su Instagram. Sono i Kylie Jenner, i Justin Bieber e i Taylor Swift del mondo. La loro fanbase è ampia e diversificata, non un pubblico di nicchia di una sola comunità. I loro contenuti sono di solito prodotti professionalmente, il che li rende estremamente curati e di alta qualità.
  1. Macro-influencer: Questi influencer hanno un numero di follower compreso tra 100 e 500 mila. Pur essendo considerati delle celebrità nella loro nicchia o area locale, la loro portata non è così ampia come quella dei mega-influencer. Di solito hanno un mix di contenuti di alta qualità e dall'aspetto professionale e di post autentici e personali. Molti di questi saranno contenuti sponsorizzati, poiché in genere collaborano con molti marchi online.
  1. Micro-influencer: Questi creatori hanno da 10k a 100k follower. Di solito operano in una nicchia specifica, come bellezza, viaggi, cibo, fitness e altro. Gli utenti che li seguono sono in genere interessati alla nicchia per cui creano contenuti. Sono quindi ideali per le campagne che vogliono raggiungere un pubblico mirato con caratteristiche demografiche e psicografiche specifiche.
  1. I nano-influencer: Questi influencer hanno meno di 10.000 follower sui social media. Di solito fanno parte di comunità attive e di nicchia e sono noti per la loro efficacia nel coinvolgere questi gruppi. La qualità dei loro contenuti è più autentica, cruda e sincera, ma i loro livelli di coinvolgimento sono altissimi.

Una influencer posiziona il suo telefono mentre si prepara a girare un video.

Gli influencer più grandi sono sempre più efficaci dei piccoli creatori?

No, gli influencer più grandi non sono necessariamente sempre i migliori per ogni campagna di influencer

Per molti marchi e aziende, la scelta di un ambasciatore non è un problema. Basta scegliere l'influencer famoso con il maggior numero di fan per ottenere la massima portata, giusto? Tuttavia, non è mai così semplice. 

Gli influencer più grandi, con un numero di follower a sei o sette cifre, sono ideali per le campagne basate sulla portata. I marchi che vogliono aumentare la notorietà del marchio e raggiungere il maggior numero possibile di persone dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di lavorare con celebrità come queste.

Tuttavia, poiché questi grandi influencer hanno fanbase così ampie, i loro tassi di coinvolgimento non sono in genere così impressionanti. Secondo l' Agency Council di Forbes, le celebrità possono avere il peso di avere potenzialmente tonnellate di follower falsi. Questo può far crollare i loro livelli di coinvolgimento. Per le campagne incentrate sul coinvolgimento, che mirano ad attivare, dialogare o ottenere vendite da un pubblico target, gli influencer famosi non sono sufficienti.

È qui che entrano in gioco i creatori più piccoli, come i nano e i micro-creatori. Anche se questi influencer non hanno una portata massiccia come i mega e i macro-influencer, i loro livelli di coinvolgimento sono assolutamente stellari.

I piccoli influencer sono in genere più attivi nella base. Hanno legami personali con i loro follower e hanno il tempo di parlare e interagire con loro. Le persone li percepiscono come più genuini e autentici, cosa che gli influencer più grandi spesso non riescono a fare.

Quindi, mentre i mega e macro-influencer dominano i progetti di reach, i nano e micro-influencer sono i migliori per le campagne di engagement. Poiché i loro fan si fidano così tanto di loro, i piccoli influencer fanno un ottimo lavoro per stimolare l'interesse e l'intenzione di acquisto. Inoltre, sono straordinari nell'incoraggiare i loro follower a partecipare alle attività online, dalla produzione di contenuti generati dagli utenti alla partecipazione a sfide!

Nano e Micro-Influencer: Cosa li distingue l'uno dall'altro?

I piccoli creatori di contenuti sono ambasciatori del marchio incredibilmente efficaci per le campagne di influencer incentrate su coinvolgimento e conversioni. Se state conducendo campagne con questi obiettivi in mente, i micro e nano influencer sono la chiave del successo.

Ma a parte il numero di follower che questi tipi di piccoli influencer hanno, quali sono le loro differenze? La linea di demarcazione che li differenzia può essere a volte sfocata. Ma i nano e i micro creatori digitali sono ben distinti se ci si pensa bene. Ecco alcuni dei fattori che possono aiutare a distinguere l'uno dall'altro.

1. Tassi di coinvolgimento

Poiché i nano e micro-influencer sono entrambi tipi di piccoli creatori, sono noti per i loro alti tassi di coinvolgimento. Avere una comunità più affiatata significa essere in grado di innescare conversazioni e ottenere facilmente trazione per i propri contenuti. Ecco perché questi influencer creano connessioni personali più profonde e significative rispetto alle celebrità e ai mega-influencer.

Detto questo, i micro-influencer hanno comunque più follower dei nano-creatori. Ciò significa che questi ultimi hanno in genere tassi di coinvolgimento più elevati. Secondo Dash Hudson, il tasso di coinvolgimento medio di un nano-influencer è superiore dell'83,7% rispetto a quello dei micro-influencer.

I micro-creatori sono ottimi per coinvolgere un pubblico e raggiungere ugualmente un pubblico significativo. Ma se volete privilegiare il coinvolgimento attivo e siete disposti a sacrificare la portata, i nano-creatori sono più adatti al vostro progetto.

Una creatrice di contenuti femminile che sorride e parla con i suoi follower mentre gira un video con il suo telefono e il treppiede.

2. Livello di competenza e qualità della creazione di contenuti

Se si osservano i contenuti di un micro e di un nano influencer, si può notare che i micro influencer sono di qualità superiore. Le ragioni sono molteplici.

In primo luogo, i micro-creatori possono essere i tipi che investono di più nei loro contenuti, dato che hanno molti follower. In questa fase della loro carriera, è probabile che utilizzino fotocamere, microfoni, applicazioni di editing di alto livello e altro ancora per produrre contenuti di alto livello.

In secondo luogo, dato che sono sulla piattaforma da così tanto tempo, conoscono meglio le best practice creative su Instagram. Di conseguenza, potrebbero sfornare contenuti fantastici e visivamente accattivanti.

Ma questo non significa che i nano-influencer producano contenuti di bassa qualità. È solo che questi creatori operano in uno spazio più piccolo. Potrebbero non avere ancora i fondi necessari per acquistare costose attrezzature di produzione, come telecamere professionali o strumenti di editing. Alcuni potrebbero anche non avere la stessa esperienza nella creazione di contenuti. Quindi, i loro post, anche se rilevanti e coinvolgenti per il loro pubblico, potrebbero essere meno curati e raffinati.

Una influencer donna che filma un primo piano del suo viso utilizzando uno smartphone e un treppiede.

3. Specificità della nicchia

È comune che i piccoli influencer operino nell'ambito di un interesse specifico o di un argomento chiave. Molti micro-influencer, ad esempio, prosperano quando producono contenuti per nicchie popolari, dalla moda ai viaggi.

Anche i nano-creatori operano all'interno di determinate nicchie: è per questo che diventano così popolari all'interno delle loro comunità! Tuttavia, questi piccoli influencer tendono ad avere nicchie molto specifiche. Spesso si tratta di una sottocultura di nicchie popolari.

Ad esempio, invece di essere semplicemente un influencer di bellezza, i nano-creatori potrebbero concentrarsi sulla bellezza vegana o sul trucco con effetti speciali. In questo modo attirano un pubblico più piccolo, più ristretto, più intimo e più coinvolto nei loro contenuti ultra-specifici.

Se state conducendo una campagna rivolta a un pubblico interessato a un argomento ampio, i micro-influencer sono perfetti. Ma se il vostro obiettivo è quello di raggiungere una comunità di nicchia con interessi particolari e altamente specializzati, i nano-influencer saranno il vostro punto di riferimento.

Una creatrice che tiene in mano il suo telefono mentre filma un video di se stessa che parla di una palette di trucchi.

4. Esperienza di collaborazione con i marchi

I micro-influencer hanno lottato per raggiungere una fanbase significativa con oltre 10.000 follower. Si sono impegnati a fondo per diventare così grandi e consolidare il loro posto nella community di Instagram .

Il più delle volte, ciò significa che in passato hanno ottenuto almeno qualche collaborazione con un marchio. È probabile che abbiano una certa esperienza con le partnership a pagamento e con la realizzazione di post sponsorizzati per i marchi. Potrebbero avere un media kit pronto quando i marchi li contattano.

D'altro canto, i nano-influencer potrebbero essere piuttosto "giovani" nella loro carriera. In genere non hanno la stessa esperienza quando si tratta di partnership e collaborazioni a pagamento. Pertanto, i brand che lavorano con loro dovranno tenerli un po' per mano nel processo di negoziazione e di creazione dei contenuti. Detto questo, porteranno tonnellate di entusiasmo in qualsiasi progetto, soprattutto se si tratta del loro primo lavoro!

Se vi sentite più a vostro agio a lavorare con ambasciatori del marchio con esperienza pregressa, i micro-influencer sono la strada da percorrere. Ma se non vi dispiace insegnare a giovani aspiranti nano-influencer i trucchi e i segreti delle collaborazioni, lavorate con loro.

Due persone che si stringono la mano davanti a una lavagna con un piano di marketing.

L'impatto dei micro-influencer e dei nano-creatori nelle campagne più importanti

Alcuni brand preferiscono utilizzare una combinazione di piccoli e grandi influencer per le loro campagne. Ma quando lavorano nello stesso ambiente dei grandi influencer, qual è l'impatto dei micro-influencer e dei nano-creatori? Hanno un impatto anche quando condividono i riflettori con le celebrità?

Sì, i piccoli creatori hanno ancora un grande impatto sulle campagne, anche se gli influencer più grandi sono coinvolti negli stessi progetti. Ecco alcuni degli elementi che questi piccoli influencer apportano alle campagne con questa impostazione:

  • La capacità di raggiungere e coinvolgere comunità mirate e di nicchia, mentre i mega e macro-influencer raggiungono solo un pubblico ampio e vasto.
  • Efficacia dei costi per trovare un equilibrio nel budget complessivo del progetto di gestione degli influencer.
  • Autenticità e affidabilità nel consigliare i prodotti ai loro fan, grazie al loro legame personale con essi.

Tutti questi elementi sono parte integrante di qualsiasi campagna di engagement, e di solito sono gli influencer più piccoli che possono portare a termine il lavoro. Quindi sì, i nano e micro-influencer hanno davvero un impatto, anche nelle campagne con celebrità più importanti.

I nano-influencer valgono anche se la loro fanbase è così piccola?

Con solo poche migliaia di follower che vedono i loro contenuti su Instagram, i nano-influencer valgono qualcosa? 

Sì, vale la pena lavorare con questi influencer, soprattutto per le campagne di coinvolgimento e conversione. 

Questi creatori sono noti, fidati e rispettati nelle comunità locali e di nicchia attive. Per questo motivo, hanno i tassi di coinvolgimento più alti e le migliori connessioni personali con i fan tra tutti i tipi di influencer. Se volete raggiungere e suscitare conversazioni e interesse per l'acquisto in un pubblico specifico, i nano-creatori sono la strada giusta.

Inoltre, i nano-creatori hanno un immenso potenziale di crescita. Coltivare un rapporto con loro all'inizio della loro carriera può farvi guadagnare la loro fiducia e la loro fedeltà. Se un giorno esploderanno e diventeranno mega-influencer, potrebbe essere più facile sfruttarli per grandi campagne!

Iniziare la propria carriera come micro o nano influencer con Path Social

Poiché i marchi devono coinvolgere ed emozionare il loro pubblico di riferimento online, è il momento dei piccoli creatori di contenuti di brillare. Forse non hanno la stessa portata degli influencer famosi, ma questi micro e nano creatori hanno tassi di coinvolgimento stellari. Sono perfetti per rivolgersi a comunità di nicchia, coinvolgere gli utenti in conversazioni e ridurre i costi delle campagne di influencer.

Ora che conoscete la differenza tra nano e micro-influencer, potete iniziare il vostro viaggio come creatori su piccola scala. Inizierete come nano-influencer. Ma con i giusti metodi di crescita e coinvolgimento, potrete salire di grado e diventare un micro-influencer. Presto sarete un mega-influencer da soli, giusto?

Ottieni tonnellate di follower anche quando sei agli inizi come creatore di contenuti con Path Social! Cerchiamo il vostro pubblico di riferimento e spingiamo i vostri contenuti nei loro feed con tecniche di promozione basate sull'intelligenza artificiale. Questo porta a un aumento della visibilità, che significa più follower nel lungo periodo. Fai crescere la tua fanbase su Instagram con noi oggi stesso!