Gestione degli influencer: Cosa significa gestire i creatori?

Foto del profilo di Karen Lin, autrice

Karen Lin

Instagram 101 | 16 maggio 2024

Vuoi più seguaci di Real Instagram ?

Al giorno d'oggi, molte persone aspirano a diventare influencer di successo sui social media. Anche la fiducia nei creatori online sta crescendo molto. Morning Consult afferma che la percentuale di giovani che si fidano degli influencer è passata dal 51% al 61% in soli quattro anni. Non sorprende quindi che lo spazio dell' influencer marketing sia sempre più ricco di carriere. Oltre agli stessi creatori di contenuti, deve esserci un team che lavora dietro di loro per una gestione efficiente degli influencer, giusto?

Ecco i coordinatori di influencer. Questi esperti sono una sorta di talent manager specializzati nel costruire relazioni con gli influencer e nell'ingaggiarli per i progetti. Conoscono le strategie di influencer marketing più efficaci e possono far brillare ogni collaborazione sui social media con un creatore.

Ma com'è la vita dei coordinatori di influencer? Quali sono le loro responsabilità e come aiutano i creatori di contenuti e i brand partner ad avere successo durante le campagne di influencer marketing? Continuate a leggere questa guida per dare un'occhiata alla vita di questi marketer collaborativi e strategici.

Una donna che guarda i colleghi tenendo in mano il suo computer portatile.

Gli influencer hanno dei manager?

Attori, artisti e molti altri personaggi pubblici non possono funzionare senza il loro team di gestione. Quindi, qualcuno potrebbe chiedersi: "Anche gli influencer hanno dei manager?".

Sì, ci sono molti influencer che hanno manager dedicati per gestire i loro affari e le collaborazioni con i brand. La vita di un influencer può essere molto impegnativa, ma che dire della creazione di contenuti e del coinvolgimento della propria fanbase online? Un influencer manager può aiutare i creatori a gestire i loro progetti, gli accordi con i marchi e le tempistiche, oltre a tenere i contatti con le aziende partner. Un partner così impegnato può fare miracoli per i creatori che hanno problemi a orientarsi nel mondo dell'influencer marketing.

Detto questo, non tutti i creatori assumono un influencer marketing manager. A dire il vero, non è così tipico come si potrebbe pensare.

Quelli che assumono manager sono di solito mega o macro-influencer con fanbase incredibilmente grandi e con collaborazioni con più marchi in corso contemporaneamente. Questi influencer si avvicinano allo status di celebrità e hanno decine di cose da fare ogni giorno. Un manager dedicato può aiutarli a organizzare la loro carriera e a strategizzare come massimizzare il loro potenziale come personaggio pubblico.

I micro-influencer, invece, che hanno fanbase molto più piccole, di solito non hanno bisogno di un manager. Se da un lato questi creatori sono noti per la loro forte risonanza con il pubblico di nicchia, dall'altro potrebbero non avere un numero così elevato di contratti con i brand. Quindi, è relativamente più facile gestire i loro programmi, tanto che lo faranno da soli senza l'aiuto di un manager.

Detto questo, se la traiettoria di carriera di un micro-influencer lo porta verso nuove vette, può diventare sempre più grande. Dopo aver guadagnato centinaia di migliaia o addirittura milioni di follower, ha senso assumere un manager per la rappresentanza.

Due donne che si sorridono durante una riunione.

Alcuni manager lavorano per un'agenzia di gestione degli influencer o per un gruppo di pubbliche relazioni.

Non tutti coloro che sono specializzati nei processi di gestione degli influencer vengono assunti direttamente dai grandi creatori di contenuti e dalle celebrità di Internet. È comune che coordinatori come questi lavorino invece per un'agenzia di influencer management.

Queste agenzie sono note per rappresentare più influencer contemporaneamente. Spesso offrono anche altri servizi, dalla consulenza per la creazione di contenuti alla strategia di marca. Si può contare sull'esperienza di un rinomato team di influencer marketer che vi guiderà nel vostro percorso di influencer creator. Inoltre, si entra a far parte di una comunità di altri creatori all'interno dell'agenzia, contribuendo ad ampliare la propria rete professionale.

È inoltre comune trovare coordinatori di influencer che lavorano in agenzie di pubbliche relazioni o in team di brand marketing interni. Questi manager lavorano dal lato del marchio per selezionare i potenziali influencer per i progetti. Poi, coordinano i creatori una volta firmata la partnership con il marchio e lanciata la campagna. Si assicurano che la collaborazione si svolga senza intoppi e che tutto ciò che il creatore pubblica sia in linea con il messaggio del marchio.

Dipendenti di un'agenzia di influencer marketing in riunione.

Come gestire gli influencer: 7 compiti che manager e agenti devono svolgere al meglio

Siete curiosi di sapere cosa fanno i coordinatori e i manager di influencer per aiutare i team di brand e i creatori di contenuti? Esploriamo l'arte di gestire gli influencer immergendoci in profondità nei ruoli e nelle responsabilità di questi agenti. Ecco sette delle cose che questi marketer fanno regolarmente per chiudere le partnership e gestire le campagne di influencer marketing senza problemi.

1. Identificare i migliori influencer per una campagna del marchio

Un buon influencer coordinator sa come trovare i potenziali influencer perfetti per una campagna di brand. Hanno una conoscenza approfondita del progetto, dei suoi obiettivi, del messaggio e dello stile estetico. Da lì, il loro lavoro consiste nell'identificare i creatori di contenuti che possono emulare la stessa energia richiesta dalla campagna.

La selezione degli influencer per un progetto può sembrare facile, ma è un'operazione che richiede molta riflessione e ricerca. Gli agenti devono esaminare attentamente i creatori prima di considerarli per il lavoro. Condurranno audit sui social media per vedere che tipo di contenuti ogni influencer è in grado di produrre. Lo stile e il tono di un influencer devono essere in linea con quelli del brand. Inoltre, si studieranno la loro reputazione, i tassi di coinvolgimento, i dati demografici del pubblico e altro ancora.

2. Raggiungere i possibili ambasciatori del marchio

Dopo aver individuato i migliori influencer per un progetto, questi manager si preparano per il passo successivo: laricerca di influencer. Raccoglieranno i dettagli di contatto di ogni creatore che ha il potenziale per essere un ambasciatore del marchio per il loro cliente. Quindi, contattano via e-mail, DM, telefonate o altri canali per offrire una partnership per il progetto.

La chiave del successo dell'influencer outreach è la capacità di stabilire una connessione immediata con un creatore. Per questo motivo, l'e-mail o il DM che gli inviate deve essere personalizzato e deve sembrare un approccio piacevole. L'obiettivo è far sì che un influencer sia entusiasta dell'opportunità di lavorare con un marchio. Fate attenzione a non spaventarli con un tono freddo e un gergo tecnico.

Pro-tip: se siete un coordinatore di influencer, tenete sempre a portata di mano un modello di email di outreach! Questo vi permette di contattare un possibile ambasciatore del marchio in modo semplice e veloce, senza dover scrivere e-mail da zero.

Una donna che sorride mentre parla al telefono con qualcuno.

3. Redigere ed eseguire i contratti per la collaborazione.

I coordinatori degli influencer sono anche responsabili della stesura dei contratti. I termini del contratto di partnership con il marchio dipendono da molti fattori. Tra questi, le tariffe concordate, l'ambito di lavoro e le aspettative dell'influencer e del marchio partner.

Naturalmente, un coordinatore ha anche la responsabilità di negoziare per ottenere le tariffe migliori per i propri clienti. Un influencer marketer che lavora per un brand potrebbe negoziare per abbassare le tariffe di un influencer. Nel frattempo, il manager dedicato a un influencer dovrebbe cercare di ottenere la migliore offerta possibile per il proprio cliente.

Altri aspetti che devono essere discussi e inclusi nel contratto sono i diritti di esclusiva, le tempistiche, i diritti d'autore e i termini di pagamento.

Una volta definiti i termini, il coordinatore influencer si assicura che entrambe le parti firmino il contratto.

Una donna sulla scrivania di un ufficio che legge e indica i termini di un contratto.

4. Collaborazione creativa con i creatori di contenuti

Quando la partnership è in corso, i coordinatori degli influencer si relazionano regolarmente con i creatori. Si uniscono al team di marketing quando informano gli influencer sul progetto. Hanno anche il compito di rispondere a tutte le domande di chiarimento degli influencer dopo gli incontri iniziali.

E quando è il momento di creare contenuti di marca per gli influencer, anche loro sono a bordo campo. Tengono d'occhio il processo di produzione e lavorano a stretto contatto con i creatori per garantire che il prodotto finale sia in linea con la visione della campagna. A volte, questi manager aiutano gli influencer anche nel processo di brainstorming della direzione creativa dei loro post.

Una donna che saluta durante una videochiamata con un agente.

5. Tracciare le prestazioni dei post degli influencer

Dopo la pubblicazione dei post sponsorizzati di un influencer, è responsabilità del coordinatore rimanere aggiornato sulle metriche di performance. Ciò significa comunicare con gli ambasciatori del marchio per chiedere aggiornamenti su metriche come la portata, le impressioni, gli impegni, le visualizzazioni e altro ancora. Tenendo sotto controllo questi dati, i coordinatori possono determinare se i brand stanno ottenendo un ROI dai loro influencer.

Uno degli aspetti più importanti da monitorare quando si realizzano campagne di influencer è il sentiment del marchio online. Le persone sono destinate a parlare delle principali campagne di un marchio, soprattutto se il volto è quello di un mega-influencer.

Gli influencer marketer utilizzano strumenti di social listening per vedere cosa pensa il loro pubblico di riferimento della campagna. Un sentiment positivo significa che gli utenti amano la collaborazione, mentre un sentiment negativo indica una mancata corrispondenza. Questo è un altro modo per misurare l'efficacia di un brand ambassador.

Una persona con in mano un telefono che visualizza la metrica "account raggiunti" su Instagram Insights.

6. Mantenere relazioni a lungo termine con gli influencer dopo il progetto

Il lavoro di un coordinatore di influencer non si ferma alla fine della campagna del marchio. Si occupa anche di mantenere solide relazioni con gli influencer con cui ha lavorato in passato. Mantenendo uno stretto contatto con gli ambasciatori efficaci del marchio, possono facilmente riattivare questi creatori per le campagne future.

Quando una campagna si conclude, un coordinatore può contattare un influencer per ringraziarlo della sua partecipazione al progetto. È anche incaricato di inviare ai creatori qualsiasi segno di apprezzamento o omaggio. È anche comune chiedere ai creatori un feedback sulla loro esperienza di lavoro con il brand. Questi insegnamenti possono essere utili ai marchi per le future campagne di influencer marketing.

7. Invitare i creatori agli eventi per influencer

Infine, questi marketer hanno il compito di invitare i creatori di contenuti agli eventi per influencer.

Ci sono molte ragioni per cui un influencer viene invitato a un evento di un marchio. Potrebbero promuovere l'evento postando sui social media mentre si svolge. Alcuni creatori di contenuti potrebbero ricevere inviti per parlare alla folla della loro vita. Potrebbe anche trattarsi di un invito alla sezione VIP per ringraziarli di essere semplicemente dei fantastici ambasciatori del marchio.

In ogni caso, il compito di un coordinatore di influencer è quello di raggiungere e invitare questi influencer agli eventi. Inoltre, fornisce informazioni sugli eventi, dettagli sul programma, contratti per eventuali partnership promozionali e altro ancora.

Influencer che brindano a un evento del marchio.

Influencer Agent vs. Piattaforme di gestione degli influencer: Qual è la differenza?

Lavorare con un agente di influencer è fantastico: siete un creatore che ha bisogno di aiuto per gestire la quotidianità della vita da influencer. Alcuni di questi agenti lavorano anche per società di PR e marchi che vogliono lanciare campagne di influencer marketing. Questi coordinatori mettono in contatto i creatori con i marchi che potrebbero voler lavorare con loro. Se hanno un proprio manager dedicato, si occupano anche di organizzare la loro vita quotidiana come personaggi pubblici.

Ma se siete un marchio che vuole entrare in contatto con i creatori, ha più senso lavorare con le piattaforme di gestione degli influencer.

Come gli agenti individuali, anche le piattaforme di influencer marketing mettono in contatto i marchi con potenziali ambasciatori per le loro campagne. Ma invece di una persona che si occupa della ricerca e del contatto, una piattaforma è uno strumento online, basato sulla tecnologia, che automatizza il processo.

Dalla scoperta degli influencer al monitoraggio delle performance, fino ai pagamenti, i brand possono entrare in contatto con i creatori di contenuti attraverso queste piattaforme online. Ecco alcune delle caratteristiche tipiche di una piattaforma di influencer marketing:

  • Uno strumento di ricerca con filtri per trovare gli influencer in base alla loro nicchia, al numero di follower, al pubblico di riferimento e altro ancora.
  •  Redazione e firma di contratti online.
  • Strumenti di gestione delle campagne in cui i proprietari dei marchi possono approvare o lasciare feedback sui contenuti di un influencer.
  • Tracker delle prestazioni per verificare se i contenuti di un creatore soddisfano i KPI del marchio.
  • Le fatture e i pagamenti vengono effettuati direttamente attraverso la piattaforma.

L'utilizzo delle piattaforme di influencer è un modo conveniente per entrare in contatto con i creatori di contenuti perfetti per le campagne del vostro marchio. Tuttavia, non ha la stessa connessione umana e lo stesso rapporto che un agente di influencer può creare quando si relaziona con i creatori.

Le piattaforme online sono ottime. Ma questo tipo di sistema si basa su algoritmi, dati e processi rapidi per il successo, non sull'interazione umana. Se volete dare priorità alla cura delle relazioni con gli influencer, è meglio avere un agente influencer nel team del vostro marchio.

Con una solida presenza su IG, vedrete anche voi il mondo degli Influencer Coordinator!

I coordinatori di influencer sono i marketer che fanno volare in alto qualsiasi campagna di influencer. Sono bravissimi a individuare i migliori creatori per la campagna di un marchio e a lavorare con loro per tutta la durata del progetto. Inoltre, sono esperti nella gestione delle relazioni con gli influencer, che consente loro di aiutare i creatori con possibili partnership a lungo termine.

Se siete aspiranti influencer, è un'ottima idea avere alcuni influencer coordinator nella vostra rete. Creare un forte legame con questi manager vi permette di farvi notare. Se hanno in mente un progetto per voi, potreste sentirli e assicurarvi opportunità di contratto con il marchio.

Tuttavia, non tutti i creatori troveranno collaborazioni solo perché conoscono persone che lavorano nell'influencer management. Naturalmente, questi influencer marketer hanno un occhio di riguardo per i creatori che lavoreranno per un progetto e per quelli che non lo faranno. Il loro criterio principale? Avere tonnellate di follower sui social media.

Fatevi notare dalle persone che si occupano di influencer marketing facendo crescere la vostra pagina Instagram e ottenendo più fan. Path SocialL'algoritmo di targeting proprietario di può aiutarvi a fare esattamente questo. Individuiamo la nicchia di pubblico che più risuona con i vostri contenuti e promuoviamo i vostri post a loro. In pochi giorni, vedrete il vostro coinvolgimento e il numero di follower salire alle stelle. Guadagnate più fan e mettetevi sulla mappa dell'influencer marketing oggi stesso!